loading

Ciao a tutti,

mi chiamo Francesco e sono un appassionato di BBQ, ne ho avuti parecchi ma nessuno ha mai soddisfatto le mie esigenze e dopo un paio di anni si rompevano a causa della fragilità dei materiali, indi per cui ho deciso di costruirmelo.

Il progetto che andrò a presentare potrà a prima vista sembrare il classico bbq ricavato da un barile dell' olio ma non è esattamente così, seguitemi e vi sorprenderò

Tutto iniziò da questo barile rosso.

Step 1:

Piccola premessa prima di proseguire, avrete notato che il nome del
progetto è Giorgione, ho scelto questo nome in omaggio al simpaticissimo chef Giorgione Barchiesi, i pochi che non lo conoscono possono fare una ricerca su google Bene, sono partito con l' idea di riciclare più materiale possibile, la base di partenza è appunto il mio vecchio bbq ormai semi distrutto.

Come potete vedere il fondo è praticamente inesistente, il calore e le grigliate lo han fatto marcire nel tempo,

non resta che smontare tutto è riutilizzare il salvabile

Step 2:

Facendo un giro in discarica ho trovato questo fusto della Total adibito a contenere olio per Tir,

solitamente è preferibile usare fusti adibiti a contenere liquidi alimentari, in quanto i residui dei combustibili, per quanto lo si pulisca bene, tendono a rimanere e si sa, sono nocivi.

A questo punto vi chiederete, "perchè tu lo stai usando?"

Easy, il mio fusto non ha mai contenuto nulla perchè fallato, in discarica ce n'erano parecchi con vari difetti, nel mio caso qualche piccola ammaccatura e la scritta Total incompleta su un lato.

Per tagliarlo in due ho utilizzato il seghetto alternativo con lama da ferro, decisamente più preciso rispetto al flessibile o smerigliatrice angolare che dir si voglia, il risultato è questo.

Non male vero? come potete notare l' interno è bello pulito a conferma del fatto che nessun combustibile vi è entrato in contatto.

Step 3:

In cantina avevo questi profili in acciaio per scaffalature

e questi profili in acciaio di una vecchia panca da birreria

Li utilizzerò per irrobustire la struttura e nel contmpo come supporti per le griglie.

Ho fissato i due profili verdi che andranno ad irrobustire le parti laterali della base e del coperchio,

mentre i profili da scaffalatura li userò per la parte frontale e posteriore, inoltre, sulla parte frontale esterna salderò anche una barra quadra in acciaio

Step 4:

Ho deciso di creare un bbq multifunzione, ovvero da un lato griglia in
ghisa e carbone e dall' altro pietra ollare con bruciatori a gas, in modo da poter cuocere i cibi a seconda delle esigenze.

Il barile è largo 1 metro esatto, quindi dividerò le zone, 60 cm per la griglia e 40 per la pietra ollare, per fare ciò ho inizialmente saldato un agolare in acciaio che andrà a delimitare le due zone.

Per ragioni estetiche ho poi saldato su di esso una barra quadra, in modo da non avere il profilo grezzo come nella prima foto

Ovviamente voglio evitare che brace e cenere prodotte dal lato griglia finiscano sotto alla zona pietra ollare, pertanto andrò a creare un divisorio in metallo, come realizzarlo a costo zero?

Semplice, riutilizzando il coperchio del vecchio bbq!

dopo aver disegnato la sagoma del mezzo fusto, l' ho tagliato col seghetto alternativo e dopo averlo messo in sede l' ho saldato.

Step 5:

Dopo aver smontato tutta la parte metallica, ecco come si presenta il sostegno in legno del vecchio bbq

Ovviamente è troppo piccolo per il nuovo bbq e bisognerà allargarlo e allungarlo leggermente.

La nuova struttura dovrà essere lunga 103 cm e larga 63, contro i precedenti 85 x 50, giusto per fare delle prove ho tagliato a misura in maniera molto grossolana alcuni pezzi di legno e li ho poi avvitati alla struttura che ora misura le giuste dimensioni.

Per fissare il fusto alla struttura ho praticato dei fori passanti sul lato del fusto e sul relativo supporto in legno laterale, per isolare dal calore il legno ho messo dei distanziali ceramici (che purtroppo ho dimenticato di fotografare) e della lana di roccia, infine ho posizionato provvisoriamente il coperchio per vedere come risulta.

Step 6:

La parte sinistra ospiterà la pietra laviga alimentata da bruciatori a gas recuperati dal vecchio bbq, i ho smontati e smerigliati, ho poi accorciato il tubo di mandata per poterlo adattare alla nuova struttura.

Ho praticato dei fori grossolani sul fusto in modo da poter provare ad alloggiare i bruciatori, ovviamente i fori andranno poi rifiniti.

Step 7:

Ho rimosso la vernice con l' ausilio di un disco smerigliatore grana 80 ed ho portato il fusto al metallo vivo, ho poi rivettato delle piastre di rinforzo nella zona che avevo forato per alloggiare i bruciatori

Infine ho praticato dei fori da 12mm su entrambi i lati della parte bassa del fusto, serviranno per il passaggio d' aria

Stesso lavoro su quello che sarà il coperchio, smerigliata e in questo caso 3 fori sulla parte frontale che serviranno

per alloggiare il termometro.

Step 8:

Dopo aver tagliato, saldato, forato e sverniciato sono passato alla verniciatura utilizzando una vernice per alte temperature, la stessa che si usa per verniciare i motori delle moto o le stufe in ghisa.

Il vantaggio di questa vernice è che può essere usata direttamente sulla lamiera senza alcun fondo a patto però di riportare la lamiera al nudo metallo come ho fatto io, la resistenza al calore è grantita fino a 800°.

Step 9:

Ecco un sistema originale per costruire un manico di apertura a basso costo utilizzando dei supporti per il bastone delle tende da appartamento (li trovate in qualsiasi brico) e un normalissimo bastone recuperato da una scopa, tagliato a misura e modellato sui bordi esterni, in maniera da poterlo incastrare nei supporti

Ovviamente su un bbq che si rispetti non deve mancare un termometro, questo usato da me è facilmente reperibile su e bay ad un costo di 25€

Step 10:

Dopo aver verniciato tutto ho levigato i pezzi di legno blu che avevo montato provvisoriamente nonchè il resto della struttura stessa e ho dato quindi una bella verniciata di duglas.

Per evitare che i supporti laterali prendano fuoco, ho tagliato a misura due pezzi di lana di roccia

in corrispondenza dei fori di aggancio ho poi inserito dei distanziali ceramici.

Questi distanziali serviranno a creare un supporto rigido fra la parte metallica e quella in legno, la lana di roccia invece fungerà da isolante termico.

Step 11:

Benchè abbia riciclato l' impossibile, in questo caso ho dovuto rinunciare al recupero dei listelli del vecchio bbq visto che erano decisamente corti, pertanto ho preso qualche metrata di assi spessi 1,5 cm e larghi 6, li ho tagliati a misura e prima di inchiodarli li ho appoggiati per vedere come stavano, dopo averli verniciati li inchioderò utilizzando chiodi senza testa, in modo tale da renderli invisibili,

Step 12:

Per fissare il coperchio al fondo del bbq ho utilizzato delle cerniere in acciaio da 2mm e per tenerlo aperto ho fissato

un ammortizzatore pneumatico fra la paratia del coperchio e la base in legno, ho poi montato il tasto dell' accendigas e verniciato l' intera struttura in legno.

Per chiudere in bellezza ho acceso un fuoco di collaudo.

Nelle foto non si vedono la griglia in ghisa e la pietra ollare in quanto non le avevo ancora quando ho finito i lavori.

<p>Stunning work! </p>
<p>Very nice. I wish I had room for one of these at my apartment.</p>

About This Instructable

2,704views

46favorites

More by FrancescoD5:Giorgione My Bbq Barrel 
Add instructable to: